mercoledì 10 luglio 2013

Crocchette con riso e purè

Non vi è mai capitato di chiedervi cosa pensa chi vi legge?.. 
A volte io me lo chiedo. Penserete che sono un pò fuori dal mondo quassù in montagna, forse lontana dalla realtà, forse anche un pò "selvaggia"... Eppure amo tanto questo piccolo mondo, questa piccola regione: la Valle d'Aosta. 
Sinceramente spesso penso di trasferirmi qui per tutto l'anno.. Non dico per sempre, perché sarebbe troppo limitato e credo nel detto che si sa dove si nasce ma non dove si muore... 
Vorrei intraprendere una nuova attività in Valle e di conseguenza, crescere il mio pargolo tra i monti, lontano dalla città. Sarebbe un cambio vita totale, o quasi..
 So che l'inverno in montagna è lungo, e lo so bene, perché la primavera e l'estate sembra non arrivino mai e se nella bella stagione la montagna è un via vai di gente, l'inverno è un deserto vero e proprio. 
Certo durante le feste e nei fine settimana, se le nevicate sono generose, come d'incanto la montagna si anima e tutto prende forma e si crea quell'atmosfera di magia che d'inverno solo la neve sa trasmettere.. Montagna, neve, buon cibo e compagnia.. Ma anche silenzio, quello vero. 

Scusate perché so che non è da me scrivere i miei pensieri, o comunque mai così a fondo.
Se pensate che io sia un pò matta, bè.. Forse avete ragione, ma in questo piccolo paese ai piedi del monte Rosa, io mi sento a casa.. e quando sono "a casa" e qualcosa non va, è qui che vorrei essere.. Mi piace uscire sul balcone e sentire il Lys scorrere, il cinguettio degli uccelli e la pace tutt'intorno.. 

 Ma penso di avervi annoiato già abbastanza, quindi passo alla semplicissima ricetta, che altri non è che un riciclo-avanzi. Un poco di risotto al pomodoro avanzato e un pò di purè avanzata dal pranzo, ed ecco realizzate queste crocchette di riso e purè, che io e il mio piccolo abbiamo molto apprezzato. Il gusto è delicato e visti i tempi di crisi, sono sempre del parare che non si butta via nulla!! Men che meno il cibo!... 



Un pò di risotto avanzato (nel mio caso al pomodoro)
circa 200 gr
purè di patate, 4-5 cucchiai
un uovo
sale e pepe

pane grattato per impanare
un cucchiaio di grana grattugiato da mischiare al pan grattato 
olio per friggere (io olio di arachide)



Mettete in una ciotola il riso, l'uovo e la purè e mescolate bene il tutto. Aggiustate di sale. 

Bagnatevi le mani e iniziate a formare delle polpette, che poi passerete nel pane grattato misto al grana grattugiato. 

Friggete in olio ben caldo, adagiate poi su carta assorbente e servite calde o tiepide. 


Perdonate i pensieri,
un abbraccio,
a presto,

Cinzia

22 commenti:

  1. Il tuo pensiero mi ha trasmesso il tuo grande amore per la montagna che posto incantato deve essere. Grazie per averci detto un po' piu' di te e grazie per la ricetta la rifaccio alla mia pestina.Baci cara.

    RispondiElimina
  2. Per prima cosa adoro leggerti........... poi le tue crocchette si mangiano con gli occhi..........Buona notte, Angela

    RispondiElimina
  3. Le crocchette sono l'ideale per riciclare il riso! Ma che bello leggerti dentro Cinzia, ti voglio proprio bene, sai? Che mi devi raccontare di Ca'Versa? Sono curiosissima. Ci sentiamo presto, bacioni

    RispondiElimina
  4. Queste crocchette sono davvero stuzzicanti... ottime anche come finger food..per un aperitivo veloce... e poi si recupera gli avanzi... ottima usanza! un bacione!

    RispondiElimina
  5. Non mi hai annoiata affatto, a me piacerebbe un sacco poter vivere in un posto così, penso che rimarrà un sogno! Ottime le tue crocchette!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  6. non è solo una ricetta di riciclo ma è una ricetta vera e propria :-)

    RispondiElimina
  7. Hai fatto le supplette.. ovvero parte suppli.. parte crocchete no?? hihihii buonissime :-) smack

    RispondiElimina
  8. Eccomi qua Cinzia!... perdona la mia latitanza! ^_^
    Adesso mi aggiungo a Bloglovin, così riesco a seguirti a dovere!!!...
    ...è bello dare voce ai propri pensieri, specialmente se questi ultimi sono così puri e sinceri come i tuoi...
    Capita anche a me di voler staccare da tutto e volermi rifugiare in quel luogo che io considero CASA...
    Anche se non è la mia vera casa, quello che conta è quello che si sente nel cuore! ;)
    Le tue crocchette sono dei supplì fantastici!!!... peccato non avere avanzi in questo momento! ;p
    Un mega abbraccio Cinzia!
    Vale ;)

    RispondiElimina
  9. Ciao cara!!! Scusami se non sono più passata ma è stato un periodo super impegnato!!!:) E cosa trovo? un nuovo blog e delle crocchette fantastiche!!!! Bravissima Cinzia! un bacione e buoan serata!

    RispondiElimina
  10. Ciaoooo grazieee per la gustosa ricetta!!!bellissime parole per la tua "casa"nella Vallèe...è dove stai tranquilla e libera la tua casa!!!

    RispondiElimina
  11. Oh tesoro.. come capisco e come condivido le tue parole.. per me la Valle è vita, casa, amore.. silenzio pieno di melodia. E' qualcosa che mi regala ciò che tutto l'anno aspetto.. e presto verrò.. così ti abbraccerò forte forte! <3 Eccomi da te, amica mia.. ti voglio tanto, tanto, tanto bene... <3 <3 Un abbraccione e grazie per questa deliziosa ricetta!

    RispondiElimina
  12. sei in Val d'Aosta, che invidia!! Ci sono stata 1 volta in vacanza, tanti anni fa, crocchette super, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  13. Penso che maritozzo si affogherebbe in queste le devo fare buona fine settimana.

    RispondiElimina
  14. Invece io apprezzo molto i tuoi pensieri, forse perchè conosco da anni la realtà della bellissima valle d'aosta e credo sia unica con i suoi suoni della natura, i colori e i silenzi profondi della notte.

    adorabili le ricette svuotafrigo

    RispondiElimina
  15. Sono ingredienti che io adoro da buona golosona!! Annoto la ricetta subito!! Bacioni!!

    RispondiElimina
  16. Hi! Lovely blog and great post! I would like to invite you to know my blog, do you like? ;) www.mvesblog.com

    RispondiElimina
  17. Tesoroooooo questa ricetta è davvero goduriosa e non vedo l'ora di provarla...un bacione Faby

    RispondiElimina
  18. ma sai che non ricordavo...penso che ormai mi sono fritta il cervello...sarà il caldo..inizio a trovare scuse...e ho pure commentato (effettivamente la ricetta mi sembrava di averla già vista, eheheh, ma i tuoi pensieri no...) ...tutto questo per dirti che anch'io adoro la montagna e ci andrei ad abitare anche subito...sempre detto!!! un bacione!

    RispondiElimina
  19. Ciao Cinzia, ti abbraccio qui, ma ci sentiamo per sms dal viaggio, un bacione, ti voglio bene

    RispondiElimina
  20. Ciaooooooooo!!io amo la montagna....sono cresciuta in val d'aosta...ogni estate ero li e stare li quando ci ritorno mi fa viaggiare coi pensieri! ottima ricettina!

    RispondiElimina
  21. Caspita Cinzia manco da un pò e non trovavo più il tuo blog, hai cambiato nome?Mi piace la nuova grafica, a presto Dana

    RispondiElimina
  22. Quanto condivido i tuoi pensieri, Cinzia. Il mio sogno è da sempre vivere in Alto Adige, sulle mie amate Dolomiti che. adoro da anni. Credo che la montagna sia meravigliosa e scaldi l'anima. Grazie per aver condiviso con noi le tue emozioni.
    E anche le tue straordinarie polpette.

    RispondiElimina

Grazie d'essere arrivato fin qui. Mi farebbe piacere mi lasciassi un commento, una traccia del tuo passaggio, che sia esso complimento o critica..