lunedì 12 novembre 2012

Cucina valdostana: Zuppa alla valdostana

Eccoci con un nuovo appuntamento di "CIBO E REGIONI", la rubrica regionale con ricette da ogni regione d'Italia, creata da Barbara e Renata (L'Angolo cottura di Babi - Rosa ed Io). Il nostro viaggio tra i sapori quest'oggi ci porta tra le "VERDURE INVERNALI".




In Valle d'Aosta, sin dai tempi più remoti, si utilizzavano tutte le verdure che gli orti mettevano a disposizione. La patata era praticamente sempre presente e spesso sostituiva pane e polenta. 
Vi propongo un primo piatto, che può essere considerato tranquillamente piatto unico, la zuppa con cavolo e fontina, ovvero la "VAPELLENENTSE", tipica della Valle del Gran San Bernardo, ma diffusa in tutta la regione con nomi diversi a seconda delle località. Ad esempio, se vi trovate nella valle di Gressoney, la troverete con il nome di "zuppa gressonara", o in dialetto "Bròseppò met der kòlò" e ancora in francese "Soupe de pain avec des choux". Il cavolo è ingrediente tradizionale di questa ricetta, ma potete fare questa zuppa anche senza cavolo, ed otterrete un'ottima "SEUPETTA" valdostana (Bròsèppò o Soupe de pain), tipica dei paesi ai piedi del Monte Bianco. Eccovi la semplice e gustosa ricetta:


Zuppa alla valdostana con cavolo e fontina, per 6 persone:

500 gr di pane nero a fette piuttosto sottili
un cavolo
500 gr di fontina valdostana a fette (se potete fatevela tagliare a fette con l'affettatrice dal vostro negoziante di fiducia)
un litro di brodo (possibilmente di carne)
buon burro oppure un buon olio extra vergine di oliva
sale e pepe nero 

Facoltativa: una spolverata di cannella

La tradizione vuole che il pane nero sia duro, ma già affettato, quindi vi consiglio di tagliarlo ancora fresco, qualche giorno prima di fare la zuppa.

 Procedete friggendo le fette di pane nero nel burro o in olio extra vergine.

 A parte fate sbollentare le foglie del cavolo che avrete in precedenza lavato e mondato. 

Prendete una teglia da forno, con sponde un pò alte, ed iniziate a sovrapporre gli ingredienti, in quest'ordine: pane nero fritto, foglie di cavolo, fontina tagliata a fette piuttosto sottili, una spolverata di sale e pepe nero. Ripetete questo procedimento fino ad esaurimento degli ingredienti. 

Prima di infornare la teglia coprite il tutto con la fontina e poi bagnate con il brodo.

 Volendo potete aggiungere una spolverata di cannella, secondo la ricetta della signora Rina Grange della "Locanda La Clusaz", meta prediletta dei buongustai.
Infornate e fate cuocere per un'ora e mezza a 160°, servite ben calda.

A questa zuppa potete abbinare in tavola un vino Blanc de Morgex et de la Salle, servito freddo. 


Qui sotto trovate l'elenco dei blog che fanno parte della rubrica "CIBO E REGIONI" con le relative ricette. Ringrazio le ragazze di 2 Amiche in cucina, per il premio assegnato a noi partecipanti al regionale e vi aspetto tra quindici giorni con il prossimo appuntamento! 


Un abbraccio 
Cinzia 

Il premio "Dardos" è un riconoscimento creato dallo scrittore spagnolo Alberto Zambade, il quale nel 2008 concesse nel suo blog Leyendas " El Pequeno Dardo" il seguente premio ai blog selezionati da lui e dal quel momento il premio iniziò a circolare su internet. Secondo il suo creatore, questo premio vuole "riconoscere il valore di ogni blogger, per il suo impegno nella trasmissione di valori culturali, etici, letterali e personali". Esprimendo in ultima analisi la loro creatività, attraverso il suo pensiero che rimane vivo e  innato tra le sue parole.






95 commenti:

  1. Amica miaa! Che bello, che bello passare da te e sentirmi 'a casa'! Adoro queste ricette e mi riportano al luogo dove vorrei essere ogni istante.. quanto mi manca..! Pensa una volta mi hanno servito la zuppa in un contenitore passato in forno, dove avevano messo sopra della sfoglia.. bucandola si poteva attingere al contenuto! Una meraviglia! Ti abbraccio dolce stella e ancora grazie.. un inizio settimana splendido! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma pensa che bella presentazione:-)! Hai ragione questi piatti vanno dritti al cuore , alla nostra valle tanto amata... Se riesco questa settimana faccio un salto su:-) visto anche le splendide giornate:-) mi rigenera stare qualche ora lassù, quando scendo vedo con altri occhi:-) un bacio carissima

      Elimina
  2. Carissima, questa zuppa e slurposissima! mi piace da morire!
    Grazie per lo spunto! baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Francesco!!! Sono certa che ti piacerà se la provi:-) io l adoro!!!

      Elimina
  3. Che belle ricette, come sempre sei bravissima, complimenti! Due ricette assolutamente da provare!
    Ti auguro una settimana meravigliosa!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ribana!!! Una meravigliosa settimana anche a te

      Elimina
  4. cara Cinzia io adoro le zuppe, qualunque esse siano e per questo amo ancora di più l'autunno e l'inverno! Voglio assolutamente provarle entrambi perchè mi intrigano proprio.
    Grazie per il suggerimento, buon inizio di settimana
    Susanna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie d essere passata Susanna!!! Anche io adoro le zuppe:-)

      Elimina
  5. Io adoro le zuppe, mio marito assolutamente no, ma scommetto che alla tua versione non potrà resistere con tutta quella fontina!! Anch'io le conservo così le verdure per l'inverno, è una sana alternativa a dadi ed insaporitoti industriali nei quali non si sa mai bene cosa ci sia e poi, vuoi mettere il sapore?? Grazie cara, due splendide idee da sfruttare per il freddo in arrivo. Buona settimana, Babi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione non c è confronto tra i prodotti industriali e quelli fatti in casa.. Grazie Barbara d essere passata e grazie ancora d aver creato questa bellissima rubrica:-) un bacione

      Elimina
  6. Ottima sia la zuppa.. che l'idea delle verdure sotto sale.. Buon lunedì :-)

    RispondiElimina
  7. mmmm...io la zuppa nn potrei mangiarla neanche col binocolo...uffff!però sai che le verdure le faceva anche la mia mamma simili a queste?le metteva tipo dado anche nella minestra quando ero piccola!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si anche da noi si usa un preparato simile:-) i prodotti di una volta, tanto buoni:-) un bacio grande Eli e buon lunedì

      Elimina
  8. Ciao Cinzia! :) Due ricette degne di nota, buonissime! :D Adoro le zuppe e le verdure, quindi segno tutto! ;) Sei stata bravissima come sempre :) Un abbraccio e buon inizio settimana :)

    RispondiElimina
  9. grazie a te, la zuppa è strepitosa e l verdure comodissime per l'inverno, un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a voi ragazze, per essere passate e per il premio alla rubrica, un bacione

      Elimina
  10. Una più buona dell'altra le tue ricette m
    a questa zuppa di cavolo e fontina bè ....quella mi ha colpito dritta al cuore!!!!!!!
    Un bacione Cinzia e buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Renata e buona settimana anche a te:-)

      Elimina
  11. Cinzia, non puoi sapere quanto sia felice di leggere questa ricetta, ho sempre fatto una zuppa alla valdostana, presa da una rivista, ma adesso che ho la ricetta doc sono ancora più felice!!!
    Per quanto riguarda la seconda ricetta, io così preparo il dado vegetale ( senza il cavolo) e me lo conservo in frigo per ogni evenienza, bandito il glutammato a vita!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Loredana!!! Io adoro la zuppa e hai ragione per le verdure, sono comode e naturali soprattutto:-) un bacione

      Elimina
  12. mamma due ricette da leccarsi i baffi! ottima la prima utile la seconda! da prendere nota! ciao cara!

    RispondiElimina
  13. e che cavolo!ci siamo dati tutti o quasi tutti al cavolo! ahahah buona questa versione con la fontina, mentre per quella con il sale come funziona? si può inserire direttamente nella zuppa se ho capito bene?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai proprio ragione Eva!!! Il cavolo oggi è andato per la maggiore:-) sì le verdure sotto sale, un cucchiaio per insaporire zuppe e minestre:-) è molto comodo e naturale soprattutto... Bacione

      Elimina
  14. Preso nota entrambe grazie e buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie d essere passata Effige:-) buona settimana anche a te

      Elimina
  15. Ciao Cinzia! La zuppa è favolosa, chissà che buon sapore!!!:) interessantissime le verdure sotto sale, da provare!!!! Un bacione e buon lunedì!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Simona!!! Un bacione

      Elimina
  16. Incantata da questa meravigliosa zuppa che proverò..complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ne sarai delusa Tina:-) grazie d essere passata, un bacione

      Elimina
  17. Siiiii questa zuppa l'ho assaggiata quando son venuta in Valle d'Aosta è assolutamente deliziosa...grazie tesoro per la ricetta così posso rifarla...
    Bella anche l'idea delle verdure sotto sale...un abbraccio Faby

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie tesoro!!! Anche io adoro questa zuppa, con la scusa di postare la ricetta, ben due volte questa settimana l abbiamo mangiata:-) un bacione

      Elimina
  18. Guardando questa ricetta mi è venuta fame!!!!
    Complimenti!!
    Fabrizio

    RispondiElimina
  19. molto interessante questa ricettina...con la fontina deve essere da sballo..:D

    RispondiElimina
  20. Risposte
    1. Grazie d essere passata, un abbraccio e buona serata

      Elimina
  21. bella questa zuppetta...sa proprio di inverno in montagna!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella e buona:-) grazie d essere passata:-)

      Elimina
  22. Fantastica..semplicemente fantastica !

    RispondiElimina
  23. sono due ricette che mi piacciono moltissimo e che farò entrambe, mi piace l'idea delle verdure in barattolo, eccezionali

    RispondiElimina
  24. Mamma che bontà!!!!!!!!!! Ma questa cosa delle verdure col sale grosso mi alletta parecchio..... Appena arriverà qui un po' di freddo farò subito una bella zuppa come suggerisci tu!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Clara:-) il misto per l'inverno è comodissimo:-)

      Elimina
  25. Ma sono due ricette magnifiche! assolutamente da provare!!
    bravissima come sempre!!!
    bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, gentilissima, un bacio

      Elimina
  26. Ma che meraviglia di ricette!Le adoro e mi piace tanto questa rubrica,perchè spalanca un mondo di tradizioni,che è bene conservare e ricordare!La zuppetta col cavolo e fontina sembra una vera prelibatezza,da assaporare quando il freddo è un pò più pungente...qui oggi sono ancora venti gradi!Brava Cinzia e complimenti a tutte per questi piatti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Damiana:-) che bello però ancora 20 gradi:-) ma non mi lamento anche qui oggi è stato bello:-) grazie d essere passata e buona serata

      Elimina
  27. Mentre leggevo queto tuo post me venuta la acqolina in bocca
    Ciao Cinzia buona serata

    Tiziano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tiziano e buona serata anche a te

      Elimina
  28. Cinzia cara, ho dovuto aspettare fino adesso per cominciare il mio tour! Ed eccomi seduta qui davanti al mio pc e mi sono gustata veramente le tue ricette. Devi sapere che ho un debole per i cavoli e tutte le verdure della sua famiglia e per la fontina! Ricordo una vacanza in Val d'Aosta. Volevo acquistarne un bel po' e portarmela a Roma. Il negoziante me lo sconsigliò, contro il suo interesse. Il viaggio era lungo e l'estate avrebbe rovinato il formaggio, pur confezionandolo a dovere. Devo ammettere che gustata lì sul posto non ha eguali! Una zuppa veramente veramente invitante!! E le tue verdurine sotto sale per l'inverno? Bellissima idea per la loro conservazione!!! Buona serata, cara. A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccomi Elly!!! Anche io amo i cavoli:-) un pò meno la fontina, nel senso, mi piace ma fatico parecchio a digerirla.. E' vero che il formaggio perde, e se lo mangi tra i monti ha proprio un altro sapore, ma se lo porti a casa è diverso.. Sono contenta che sei di nuovo attiva col pc:-) ci sei mancata... Ti mando un forte abbraccio e ti auguro una buona serata

      Elimina
  29. Ciao Cinzia, anche qui è arrivata l'estate di San Martino, e oggi la trasferta a savona è stata facile! Questa zuppa la adoro e qualche volta me la preparo anche, è davvero buonissima, e anche le verdurine sono mooooolto interessanti. Un bacio grande a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che la trasferta a Savona sia andata bene:-) Questa zuppa è proprio buona:-) un bacione a te Carla Emilia

      Elimina
  30. Zuppa strepitosa, immagino che il formaggio fili mentre la si mangia vero? è proprio quello che mi diverte di più!
    Le verdure sotto sale sono comode e biologiche se riesci a prepararle con gli ortaggi del tuo orto, un modo per assaporare le proprie verdure anche in inverno...bravissima due ottime proposte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elena!! Un abbraccio e buona serata

      Elimina
  31. Complimenti per le ricette: la zuppa è molto invitante e le verdure sotto sale non me le voglio perdere: sembrano fatte per me. Adoro chiudere nei barattoli tutti i sapori e i profumi della frutta, della verdura e degli aromi. Grazie ... è sempre un piacere venirti a trovare. Un abbraccione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie a te:-) e complimenti per le tue ricette:-) un abbraccio

      Elimina
  32. Mmmh... mi piace da morire!!! Proverò a farla a casa, è una cosa che scelgo sempre quando vengo in gita dalle tue parti! :) Ti ho aggiunta tra i blog che "followo"!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Antolnella:-) per me la zuppa è un must della Valle:-) un abbraccio

      Elimina
  33. Ciao, giungiamo da te solo adesso e quella zuppa ricoperta con la fontina deve essere ottima! le verdure sotto sale sono davvero un modo molto interresante per conservare le verdure a lungo.
    Complimenti.
    Buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ragazze, un abbraccio forte e a presto

      Elimina
  34. Ciao cara, ti ho appena "scoperto" e mi sono unita ai tuoi lettori. Questa zuppa così formaggiosa e gratinata mi ha conquistato immediatamente!
    Se ti va mi trovi qui: www.francescainthekitchen.blogspot.com.
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Passo senz'altro Francesca e grazie per esserti unita ai miei lettori, un abbraccio e a presto:-)

      Elimina
  35. blog molto carino e curato, complimenti... ti seguirò spero che ti unirai ai miei sostenitori dei miei due blog... a presto.

    http://ragazzocomune.blogspot.it/

    http://scrivimidamore.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie d essere passato, passerò senz'altro a curiosare:-) un saluto e buona serata

      Elimina
  36. La zuppa in Valle è davvero un must, come non assaporarla con gusto e piacere ogni volta che raggiungo la bella valle d'aosta???

    non conoscevo invece l'altra preparazione. Praticamente è una sorta di dado vegetale concentrato??? giusto?

    ps. grazie di tutto cara amica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Michela:-) In effetti sì è una sorta di dado naturale:-) Ti mando un grande bacio e buona serata carissima

      Elimina
  37. Cinzia che ricetta eccezionale quella della zuppa con il cavolo!!!! voglio assolutamente provarla!!
    per l'altra ricetta una domanda: le rape, sono le rape rosse?
    grazie! un bacio
    francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le rape viola e bianche, normalissime. Io le metto solo se le ho nell'orto, ma quest'anno non le abbiamo piantate, quindi le ho omesse, ma il risultato è ottimo comunque:-) grazie d essere passata, un bacione

      Elimina
  38. ti ho scoperto per puro caso ma vista la tua appetitosa zuppa mi sono subito iscritta tra i tuoi followers, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille.. adesso vengo a curiosare da te:-)

      Elimina
  39. Viene proprio voglia di mangiarla questa zuppa con la Z maiuscola

    RispondiElimina
  40. Ciao, sono la tua follower n°101, la tua zuppa è davvero invitante.
    Buono anche il pane.
    Se hai voglia ti aspetto da me.
    silviaaifornelli.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Incredibile!!! La carica dei 101!!! Ma guarda che traguardo!!! Sono contenta:-) Grazie Silvia:-) un bacio

      Elimina
  41. Mamma mia che bontà .... ! :) Bravissima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nadina:-) un bacione e al prossimo regionale:-)

      Elimina
  42. caspiterina, non ci crederai ma questa ricettina quando arrivano le verze la faccio spesso.
    A giorni la pubblicherò anch'io, la mia ricetta l'ho presa da Mattia Poggi. ciao e buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie d essere passata Kiara:-) sono curiosa di vedere la tua ricetta allora:-) un bacio e buona giornata

      Elimina
  43. conoscevo la zuppa ma non le verdure sottosale devo dire che ho imparato qualcosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gunther:-) d essere passato, ti auguro una buona giornata

      Elimina
  44. La Val d'Aosta è regina delle zuppe e di piatti ricchi di sapori e profumi. Non si può pensare a un piatto invernale senza andarlo a cercare tra gli spendidi monti di questa regione.
    Un bacione tesoro.

    RispondiElimina
  45. cara Cinzia...questa zuppa me la sto mangiando con gli occhi...purtroppo!!!
    non potevi meglio rappresentare la tua bella regione che vorrei tanto visitare!!!
    mi sa che è proprio l'unica regione che non conosco...ma chissà un giorno!!!
    mi piace molto anche quella conserva di verdure sotto sale...un'idea davvero interessante per avere le verdure sempre a disposizione!!!
    un bacione grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dona ti ringrazio e se sali ai monti fammelo sapere:-) ti farò molto volentieri da guida:-) un bacione e buon giovedì

      Elimina
  46. sono senza parole,la tua zuppa è strepitosa...amo tutti gli ingredienti e la rifaro'di sicuro...mi piace anche l'idea delle verdure sotto sale,ottimo consigli...un abbraccio e complimenti ancora ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Letizia:-) provala perchè è davvero una bontà!!

      Elimina
  47. Non avevo mai sentito di questo piatto. Grazie per avermelo fatto conoscere ;o)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te d essere passata:-) buona giornata

      Elimina
  48. Una ricetta spettacolare!!!sei sempre davvero bravissima ed è un piacere passare a trovarti!!!!questa zuppa è ottima!!!Un bacione

    RispondiElimina

Grazie d'essere arrivato fin qui. Mi farebbe piacere mi lasciassi un commento, una traccia del tuo passaggio, che sia esso complimento o critica..