lunedì 10 dicembre 2012

CUCINA VALDOSTANA: La SOCA e L'ANTIPASTO




Eccoci con un nuovo appuntamento della rubrica "CIBO E REGIONI", che oggi ci porta alla scoperta dei: PIATTI SALATI PER LE FESTE.

Vista la sua posizione geografica, la Valle d'Aosta è sempre stata una zona di grande transito, e quindi un punto d'incontro di diverse culture e anche dei diversi modi di nutrirsi. 
Esperienze culinarie acquisite soprattutto dalla vicina Francia.
La cucina valdostana non è ricca di antipasti, anzi se vogliamo, l'antipasto non è mai stato presente nella cucina tradizionale.
La gente non viveva per mangiare, bensì mangiava per vivere e per lavorare. I salumi e gli affettati in genere, erano considerati "piatto unico" e l'unico antipasto, considerato coma tale nella Valle era: una fetta di pane nero fresco con burro e miele. 
Oggi, vi propongo la versione "attuale" di quest'antipasto, con la sola aggiunta di buon lardo di Arnad, prodotto DOC della regione. Se fate un tour in questa piccola e magica regione, fate una tappa all'azienda Bertolin, dove troverete delle vere bontà da gustare e acquistare, dal rinomato lardo, alla mocetta (carne salata con spezie) alla coppa al ginepro, il prosciutto di S. Marcel, i salami e molto altro. 







Coppa al ginepro e prosciutto 
S. Marcel















Ingredienti per bruschette valdostane:
pane di nero o pane di noci a fette 
Lardo di Arnad
Burro morbido (ho usato Burro 
di Donnas, Caseificio Pietro 
Vallet)
un cucchiaino di miele
(miele millefiori artigianale)

Lasciare ammorbidire un pochino di burro, aggiungere il miele e amalgamare molto bene il composto. Tagliare il pane a fette non troppo spesse, spalmare un pò di composto su ogni fette, adagiarvi il lardo, lasciare riposare almeno una trentina di minuti e servire. 


Passiamo al piatto forte di quest'appuntamento e cioè la SOCA, considerato un piatto unico, è tipico della Valle di Cogne, ma è diffuso in tutta la regione e se avete acquistato  la rivista "Sale e Pepe" di dicembre, lo trovate tra i piatti valdostani, dove si parla delle specialità di Aosta. La SOCA è un "PASTICCIO DI CARNE" che trovate soprattutto in occasione delle feste patronali. Eccovi la ricetta originale e di seguito quella riportata dalla rivista, che ho seguito, ottenendo un ottimo pasticcio di carne: 

La Soca, ingredienti per 6 persone:

1 kg e 250 gr di carne

800 gr di cavolo

1 kg e 700 gr di patate

250 gr di fontina valdostana

100 gr di burro

1 spicchio d'aglio

salvia 

Portate a bollore un litro e mezzo d'acqua salata, nella pentola a pressione, con uno spicchio d'aglio e un pò di salvia. Aggiungete la carne tagliata a dadini un pò grossi. Schiumare più volte, aggiungere il cavolo tagliato e le patate anche tagliate a dadini un pò grandi.

 Chiudere la pentola e far cuocere per 3/4 d'ora.

 In una pirofila alternare uno strato del composto ottenuto con uno strato di fontina sino ad esaurire gli ingredienti, terminare con pochissima fontina in superficie.

 Versare sopra il tutto il burro fuso caldo. Volendo si può mettere un attimo in forno. 

LA SOCA (Pasticcio di carne) ricetta di SALE & PEPE
800 gr di polpa dii manzo a tochetti
8 fettine di fontina
una verza
3 patate 
mezza cipolla
una carota
uno spicchio d'aglio
60 gr di burro
sale e pepe

Lavate le verdure. Sbucciate le patate e tagliatele a cubetti. Grattugiate la carota. Riducete la verza a striscioline eliminando le parti dure. Portate a bollore 2 litri d'acqua, tuffatevi la cipolla, la carota e l'aglio e fate cuocere per 20 minuti. Quindi aggiungete la carne e proseguite la cottura per 20 minuti. A questo punto, unite la verza e le patate lasciate sobbolire per altri 20 minuti, finchè le verdure non saranno morbide. Sgocciolate, molto bene carne e verdure e diponetele in una pirofila unta con un pò di burro. Coprite con le fette di fontina e completate con il burro a fiocchetti. Infornate a 180° per una decina di minuti.  Mi raccomando, scolate bene carne e verdure, altrimenti vi resterà del liquido che altera il vostro pasticcio di carne. 

Spero di aver soddisfatto il vostro palato, anche questa volta. Avendo preparato questo post in netto anticipo, vista la mia piccola vacanza, vi chiedo di scusarmi se qui di seguito trovate i blog partecipanti alla rubrica, ma non le relative ricette.
Grazie a tutte le mie compagne d'avventura per questa splendida rubrica e al prossimo appuntamento regionale, un abbraccio Cinzia 




VALLE D'AOSTA: "La SOCA e L'Antipasto" di L'Appetito Vien Mangiando


53 commenti:

  1. Mi sono commossa.. e quelle bruschette mi mancano da impazzire! Che buone.. tutto ciò che si mangia 'a casa' sa proprio d'amore! E vogliamo parlare del prosciutto di Saint Marcel?! Amica mia... grazie di avermi regalato un bel sorriso oggi. Ne avevo bisogno. Ti voglio bene!! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eeccomi Ely!!! Sei un tesoro:-) bacione carissima

      Elimina
  2. Complimenti
    Sempre post super interessanti cara Cinzia
    e con l'antipasto inizio volentieri per finire nel pasticcio di carne
    (ma la foto non c'è o non la vedo io...perchè e un periodo che il mio computer prende lsd....)
    Un bacione e buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccomi Renata!! Credo proprio sia il tuo pc, perché la foto della Soca è la prima.. Grazie d essere passata, un bacio

      Elimina
    2. Hai ragione....Computer maledetto
      Sono tornata per gustarmi la foto...sarebbe stato davvero un peccato perderla!!!!!!!!
      Un bacione Cizia

      Elimina
  3. Brava Cinzia che belle e ottima ricette!Se passo vado volentieri grazie!Buona settimana

    RispondiElimina
  4. Uhmmm un intero meni da..leccarsi i baffi!!!io non resisto...e poi con te è impossibile farlo!;-) Un bacione mia cara, continua cosi"!!!!!

    RispondiElimina
  5. Avevamo proprio vista questa ricetta nel numero di sale&pepe, complimenti per il risultato è davvero fantastico.
    ottimi i vostri salumi.
    Complimenti e buona settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ragazze!!! La Soca è davvero buona:-) un bacione

      Elimina
  6. Regione piccola ma dai grandi sapori nei propri piatti! ne hai dato un bell'esempio anche questa volta!!
    bravissima!
    bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore Tania:-) un abbraccio

      Elimina
  7. Cara Cinzia....quegli affettati e quel pane nero li conosco alla perfezione....correrei su in Valle solo per farmene un piattone!
    Invece non conoscevo la soca, e sono felice che su una rivista di tutto rispetto si sia parlato anche della Valle d'Aosta, che spesso essendo una piccola regione non viene quasi mai considerata dal punto di vista culinario, invece ci sa riservare delizie e affascinanti racconti legati ai suoi piatti forti!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È verissimo Michela:-) anche io sono contenta che si parli della Valle e dei suoi piatti:-) grazie per essere passata carissima, un bacione

      Elimina
  8. Ciao Cinzia! :) Che bello questo post... e che fame! :D Tutto ottimo, non saprei scegliere, vorrei mangiare ogni cosa... :D (piccola preferenza per le bruschette!) :D Complimenti e un abbraccio, buon inizio settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vale, sei sempre un tesoro:-) bacione

      Elimina
  9. Cinzia! è tutto fantastico davvero!
    Baci

    RispondiElimina
  10. Cinzia, che meraviglia!!! Non saprei cosa scegliere...quindi una bella bruschettina e un po' di pasticcio!! adoro assaggiare piatti che non conosco!:)
    Un bacione e buon lunedì!

    RispondiElimina
  11. Le bruschette fanno sempre felici tutti quando arrivano in tavola. Gli occhi cominciano a brillare e i piatti cominciano a riempirsi... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già:-) verissimo!! Grazie Ilaria, un abbraccio

      Elimina
  12. mai sentita la soca! ora so che cosa è grazie a voi! questa rubrica mi ha dato tantissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Eva!! E speriamo non si perda e che continui questo tour tra i sapori regionali:-) un bacio

      Elimina
  13. ciao, anche io come Eva non conoscevo la soca, quel piatto di salumi e le bruschette, mi fanno venire l'acquolina in bocca, baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie:-) un abbraccio forte e a presto

      Elimina
  14. Bravissima Cinzia!! Le bruschette con quella coppa ed il pane nero sono da urlo e lo sformato assolutamente provare; la Valle d'Aosta ha davvero dei tesori tutti da scoprire, grazie cara per condividerli con noi, baci, Babi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Barbara!! Tu e Renata avete creato una splendida rubrica:-) grazie quindi a voi che mi avete Donato quest opportunità:-)

      Elimina
  15. Ciao Cinzia!
    Queste foto fanno venire l'acquolina
    complimenti buona serata.

    RispondiElimina
  16. Cinzia , sulle bruschette stavo per svenire, ma sulla soca sono stramazzata sulla tastiera!!
    Una meraviglia questo piatto!!

    RispondiElimina
  17. ancora delle golose ricette! mi piace il burro ed il miele sui crostoni ed anche il pasticcio di carne e verdure, la crosticina della fontina sciolta è una vera goduria per il palato!
    buona vacanza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie:-) prova le bruschette, così sono ottime:-)

      Elimina
  18. cioè io sto svendendo su queste tue proposte, sia perchè sono buonissime sia perchè i salumi per me sono out sob. un abbraccione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ggrazie Stefania!!! Un abbraccio a te

      Elimina
  19. una meraviglia aprire la cena della vigilia con queste bruschettone...con quel lardo sono uno sfizio incredibile! per non parlare della soca...chissà che bontà dev'essere!
    un bacione grande mia cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gentilissima Milena:-) grazie, un bacio grande

      Elimina
  20. il tuo antipasto è unico, il vostro lardo lo conosco e lo acquisto quando lo trovo ...così aromatico con tutte quelle erbe!
    e la soca proprio non la conoscevo...ma sono sicura sia di mio gusto..va che ingredienti!!! Bravissima!

    RispondiElimina
  21. ottimo sia l'antipasto che la soca,che non conoscevo,ma guardando gli ingredienti direi che è ottima...dev'essere spettacolare,la provero'...baci ^_^

    RispondiElimina
  22. mi piace tanto il tuo piatto, le specialità regionali sono tutte prelibatezze!!! un abbraccio.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Angela:-) sei un tesoro:-)

      Elimina
  23. Che bontà devono essere questi piatti che hai preparato...mi hai fatto venire un languorino...un baciotto Faby

    RispondiElimina
  24. Slurp... ogni volta che passo da te ingrasso un chilo solo a leggere, quei crostini devono essere deliziosi ! Vorrei venire un mese in Val d'Aosta e provare tutti i piatti tipici.. quando torno il camper è di certo fuori portata massima..ahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Acquisti a go go con il camper:-) un altro lato positivo delle vacanze in camper:-) ci sta un sacco di roba:-) grazie Annalisa!! Un bacione

      Elimina
  25. Che meraviglia quei crostini!!
    Ne assaggerei volentieri uno!!
    Bravissima!!
    Un bacione e buona serata
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Carmen:-) buona serata e dolce notte a te

      Elimina
  26. Ciao Cinzia, quanto mi piace il tuo antipasto di salumi, perché dalla mia memoria escono profumi e sapori! Il pasticcio di carne invece è una novità, ma lo assaggerei subito subito. Bacione a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Carla EMilia:-) un bacio e a presto

      Elimina

Grazie d'essere arrivato fin qui. Mi farebbe piacere mi lasciassi un commento, una traccia del tuo passaggio, che sia esso complimento o critica..