mercoledì 23 ottobre 2013

Pizza di kamut con pasta madre

Oggi complice il tempo, vi presento una ricetta semplice e ben riuscita, grazie alla pasta madre che mi è stata donata da Elena e che spero di non far morire..  Procedo al rinfresco settimanalmente oppure il giorno prima di usarla se voglio preparare la pizza, il pane o altre delizie. 
 Ho letto una miriade di libri su come fare il pane, e posso dire, che nulla serve quanto la pratica.. Adesso quando rinfresco la pasta madre, vado semplicemente ad occhio e mentre impasto mi regolo se necessita ancora di acqua o di farina. Solitamente, nei libri le dosi riportate per il rinfresco sono di 100 gr di farina per 90 gr di acqua, ma vi consiglio sempre di regolarvi al tatto, e quindi mentre impastate, perché non tutte le farine rendono allo stesso modo.  Questa naturalmente è la mia opinione, che non vuole essere un insegnamento ma piuttosto un semplice consiglio. 
 Anche per questa ricetta, non sapendo quanta pasta madre dovessi usare con precisione, ho provato ad usarne 100 gr su 300 gr di farina  e il risultato è stato ottimo. Ma eccovi di seguito, gli ingredienti necessari.


Ingredienti per pizza di kamut con pasta madre:

150 gr di farina di Kamut
150 gr di farina manitoba (farina americana, io Molino Chiavazza)
100 gr di pasta madre attiva (cioè già rinfrescata prima dell'uso)
acqua (non fredda ma tipeida) quanto basta 
un cucchiaino di sale
un cucchiaio di olio d'oliva
un cucchiaino raso di zucchero

Per farcire:
polpa o passata di pomodoro
mozzarella
origano
olio d'oliva 



  1. Mettete le due farina, la pasta madre, il sale, lo zucchero e l'olio, all'interno del boccale o planetaria oppure nella macchina del pane se l'avete e impastate. Io nel Bimby, impasto il tutto per un paio di minuti a Velocità Spiga e aggiungo l'acqua poco alla volta. 
  2. Aggiungete l'acqua tiepida poco alla volta, ve ne serviranno circa 350 ml, o poco di più. 
  3. Quando l'impasto avrà la giusta consistenza, quindi si staccherà completamente dai bordi del boccale o planetaria, e sarà compatto, tirate fuori l'impasto.
  4. Lavoratelo ancora un paio di minuti, ungendovi le mani con un poco d'olio d'oliva e infarinando leggermente il piano di lavoro. 
  5. Impastate fino ad ottenere un impasto liscio e compatto. Formate la classica palla e lasciate lievitare in un luogo caldo e riparato dalle correnti d'aria, per almeno un tre ore.
  6. Se usate il lievito madre, l'ideale è preparare l'impasto diverse ore prima.
  7. Quando l'impasto avrà raddoppiato il volume, stendete la pasta e farcitela come preferite.
  8. Infornatela in forno già caldo a 200° per 15-20 minuti.
  9. Sfornate e servite.
Adoro la pizza e la focaccia e a casa mia, almeno una o due volte alla settimana, le preparo perché piacciono a tutti.
Grazie ad Elena per il meraviglioso dono!
Un abbraccio,
a presto,
Cinzia 

11 commenti:

  1. che dirti ....bravissima io adoro la pizza !!!! un abbraccio...

    RispondiElimina
  2. Ahhhhhhhhhhhhhhhhh ma che bell apizza... mai usato la farina di kamut... Cmq io l'amo la mia PM.. e ormai non ne farei più a meno.. smackkk

    RispondiElimina
  3. Tesoro sei super io ho cucinato tanto nella mia vita ma la pasta madre ecc. non sta nelle mie corde anche perchè a casa pizza non se ne parla non piaceva e gli altri preferivano mangiarla fuori occasione per uscire.
    Buona serata cara,

    RispondiElimina
  4. bellissima, io non ho pzienza x la pasta madre, l'avevo ma l'ho buttata!

    RispondiElimina
  5. Con il lievito madre e' tutta un altra pizza.A me un anno e mezzo fa me lo dono' Spery ed ho fatto il possibile per mantenerlo in vita, i risultati che ho avuto con il lievito madre sono stati fantastici, tantissime soddisfazioni,Incomincerò a fare qualche post con trucchi per fare una buona pizza....
    ..............e nulla serve quanto la pratica, esatto
    Bella pizza Cinzia
    A presto

    RispondiElimina
  6. ciaooo sicuramente con questo procedimento la pizza è tutta un altra cosa!!prima facevano anche il pane con il lievito madre ed era buonissimo!!

    RispondiElimina
  7. Che faccia che ha questa pizza Cinzia!! che famina!! bravissima! un bacione cara!

    RispondiElimina
  8. quando vedo la pizza non ci capisco più niente: la amo!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  9. sono contenta che ti sia venuta bene ..l'aspetto è ottimo... hai azzeccato in pieno le percentuali..io ancora non sono arrivata a buoni risultati...proverò le tue proporzioni!!! un bacione!

    RispondiElimina
  10. Mi spiace, ma deve esserci un errore nelle proporzioni da te indicate nella ricetta. Nessun impasto al 100% o quasi di idratazione può essere lavorato poiché ha necessariamente la forma di una crema. Se sommi le farine e il lievito (che contiene già una parte di acqua di suo) hai 400 gr di parte solida e tu indichi circa 350 ml di acqua. Siamo vicini al 100% di idratazione, impossibile ottenere un impasto lavorabile. Controlla e se ti è possibile correggi l'errore. Grazie.

    RispondiElimina

Grazie d'essere arrivato fin qui. Mi farebbe piacere mi lasciassi un commento, una traccia del tuo passaggio, che sia esso complimento o critica..